Suicide Squad: annunciate le Puma del film, e pubblicati 7 minuti di film

Condividi

Suicide Squad era uno dei film più attesi dell’anno e, quando ad agosto è arrivato nelle sale, il pubblico è stato entusiasta. Non tutti i film della DC Comics riescono a riempire le sale o a lasciare un segno come il film con la squadra suicida, sia per il format che prevede una squadra di nemici che diventano degli eroi, sia semplicemente perché il cast è davvero stupendo. E il secondo film non è da meno! Nelle ultime ore, per chi ancora non lo avesse visto, la Warner Bros ha rilasciato 7 intensi minuti del film, e tra l’altro sono state anche create delle Puma a tema!

suicide-squad-puma-premiere

Il primo film di Suicide Squad è uscito nel 2016 ed è stato un successo (ha anche vinto il premio Oscar al miglior trucco nel 2017), non sappiamo se per la trama, se per l’idea dei supercattivi o per il cast che includeva: Will Smith, Jared Leto, Margot Robbie, Joel Kinnaman, Viola Davis, Jai Courtney, Jay Hernandez, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Ike Barinholtz, Scott Eastwood e Cara Delevingne. Anche la colonna sonora comunque non era niente male, per cui il film aveva tanti pro.

suicide-squad-puma-premiere

Il secondo Suicide Squad vede il ritorno in scena di alcuni degli attori, come Margot Robbie, Viola Davis, Joel Kinnaman e Jai Courtney, ma anche nuovi personaggi, alcuni anche molto inaspettati: John Cena sarà Peacemaker, Idris Elba come Bloodsport, Sylvester Stallone darà la sua voce a King Shark e, infine, Peter Capaldi, il dodicesimo Dottore in Doctor Who, sarà Il pensatore, e noi li amiamo tutti! Il film è uscito nelle sale il 5 agosto ed è stato diretto da James Gunn, che sicuramente conoscete e amate per I Guardiani della Galassia, prodotto da Charles Roven e Peter Safran, mentre Zack Snyder, Deborah Snyder, Walter Hamada, Chantal Nong Vo, Nikolas Korda e Richard Suckle sono i produttori esecutivi.

Pensate che, a causa della «forte violenza e presenza di sangue, gore, linguaggio volgare, riferimenti sessuali, uso di droghe e nudità», Suicide Squad è stato vietato ai minori di 18 anni non accompagnati (negli USA). Joel Kinnaman in un’intervista con il The Hollywood Reporter aveva detto che era come se avesse «girato una commedia, una commedia pesantemente R-rated. È stata una vera esperienza di accrescimento anche per me, perché non avevo mai fatto una commedia così prima d’ora».

Suicide Squad: le Puma a tema e i 7 minuti di premier

Se il primo film vi ha annoiato, se non siete sicuri del cast, se siete semplicemente indecisi se guardare o no il secondo film di Suicide Squad, allora vi sarà molto utile vedere i sette minuti di premiere che la Warner Bros. ha rilasciato su Youtube! Questo è il link, ma in caso voleste vederlo proprio su questa pagina, lo trovate anche qui:

Se poi questa novità non vi bastasse, se avete visto il secondo film di Suicide Squad e vi è piaciuto da morire quindi volete acquistare qualcosa a tema, allora dovete anche sapere che la Warner Bros ha mostrato una nuova collezione di sneakers ufficiali realizzate da Puma a tema Suicide Squad! Questo è il video di presentazione dove potete trovare le diverse scarpe dedicate a tutti i personaggi/villain:

Benvenuti all’inferno, cioè a Belle Reve, la prigione con il più alto tasso di mortalità degli Stati Uniti, dove sono rinchiusi i peggiori supercriminali, che faranno di tutto per uscirne – anche unirsi alla super segreta e oscura Task Force X. Il motto del giorno è ‘O la va o la spacca’: si riuniscano una serie di truffatori, tra cui Bloodsport, Peacemaker, Capitan Boomerang, Ratcatcher 2, Savant, King Shark, Blackguard, Javelin e la psicopatica più amata di tutti, Harley Quinn. Quindi si armino pesantemente e si lascino cadere (letteralmente) sulla remota isola di Corto Maltese, piena di nemici.

Avventurandosi in una giungla brulicante di avversari militanti e forze di guerriglia, la Squadra sarà coinvolta in una missione di ricerca e distruzione, sotto la guida sul territorio del colonnello Rick Flag… e le direttive degli esperti tecnologici del governo di Amanda Waller nelle orecchie, che seguono ogni loro movimento. E come sempre, ad ogni mossa falsa rischiano la morte (per mano dei loro avversari, di un compagno di squadra o della stessa Waller). A voler scommetterci, la vincita è a loro sfavore – contro ognuno di loro.

Sinossi del film

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Ivrea, la storia della professoressa transgender sostenuta dagli studenti, ma colpita dall’ignoranza dei giornali italiani
Next post Halloween 2021: le ricette per la serata più spaventosa dell’anno