Il panda non è più a rischio estinzione

Condividi

Un articolo della BBC ci ha fatto sapere che il panda gigante non è più classificato come in pericolo di estinzione, tuttavia restano una specie vulnerabile. Ad annunciarlo sono state le autorità cinesi, che hanno anche sottolineato come ci siano ormai 1800 panda che vivono in natura grazie alle «loro migliori condizioni di vita e gli sforzi della Cina nel mantenere i loro habitat integrati», ha detto Cui Shuhong, capo del Ministero dell’Ecologia e dell’Ambiente del Dipartimento di Natura e Conservazione Ecologica in una conferenza stampa.

panda-non-sono-piu-a-rischio
Fonte: pinterest

La Cina ha sempre considerato i panda come un tesoro nazionale, tuttavia li ha più volte prestati ad altri Paesi come degli strumenti diplomatici. Questa nuova classificazione arriva dopo anni dopo che l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) aveva già rimosso la specie tra quelle minacciate, e lo ha etichettato come “vulnerabile” nel 2016. I funzionari, ai tempi, avevano contestato questa decisione, poiché ritenevano che avrebbe potuto indurre le persone a rilassarsi e a non combattere più per la salute dei panda.

panda-non-sono-piu-a-rischio
Fonte: pinterest

Tuttavia, questa settimana il Ministero dell’Ambiente cinese ha stabilito e annunciato che il panda è ufficialmente salvo e non è più necessario tenerlo nella lista di animali a rischio di estinzione e, questa notizia, ha fatto molto piacere alle persone che hanno lottato per arrivare a questo traguardo. «Questo è il risultato di anni di duro lavoro. Ben fatto a tutti gli ambientalisti», ha scritto una persona su Weibo, una piattaforma di microblogging cinese.

Gli esperti hanno anche aggiunto che questo traguardo è stato anche e soprattutto grazie alle persone cinesi che hanno cercato di ripopolare e ricreare le foreste di bambù, che è al 99% il cibo preferito dei panda, combattendo contro il disboscamento degli scorsi anni che aveva reso impossibile per la specie nutrirsi e quindi sopravvivere. Spesso infatti sono stati costretti a spostarsi e questo li esponeva al bracconaggio e a molti pericoli dovuti alle strutture artificiali.

Un messaggio sui social per i panda

panda-non-sono-piu-a-rischio
Fonte: pinterest

In molti utenti hanno espresso la loro gioia nel condividere la notizia sui simpatici animali (tranne per chi ha visto il video di Barbascura), alcuni anche in modo ironico.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post What If…? sarà la 1ª serie tv animata firmata Marvel Studios
Next post DDL Zan: Arcilesbica dalla parte di Renzi, Lega e della destra