Inseguire i propri obiettivi: dopo un anno siamo ancora qui

Condividi

Sapete, esattamente un anno fa nasceva Cup of Green Tea, che ai tempi era semplicemente Cup of Tea. Questo blog è nato per gioco, per sfogo, per poter esprimere a pieno la mia opinione, per poter dire quello che volevo e pubblicarlo quando volevo. Per provare, in qualche modo, a diventare un qualcuno su cui le persone sapevano di poter contare quando avevano bisogno di leggere la verità. Molte volte è stata dura, ma alla fine siamo, e dico siamo perché insieme a me adesso ho uno staff davvero meraviglioso, riusciti ad arrivare a questo punto, che non è il raggiungimento del nostro obiettivo ma semplicemente il coronamento di un sogno.

cup-of-green-tea
Primo logo di Cup of Green Tea

Cup of Green Tea non è frutto di una mia idea. Ho sempre voluto un blog e scrivere su un blog e poter esprimere le mie idee in un luogo dove sapevo di non poter essere giudicata in alcun modo, tuttavia non è stata una mia idea creare questo blog. Un giorno, dopo l’ennesimo sfogo, il mio ragazzo mi ha detto: «crea un tuo blog». Non me lo ha chiesto, mi ha proprio detto di farlo, e io l’ho preso come un atto di fiducia nei miei confronti, come se lui davvero credesse in me e nelle mie capacità.

Questo, Cup of Green Tea, non è il primo blog che creo. Penso di aver creato blog da quando a 13 anni ho scoperto dell’esistenza di Blogspot, che oggi tra l’altro si chiama Blogger. Tuttavia, ai tempi erano più uno sfogo con i miei pensieri su quello che vivevo, sulle emozioni, le prime cotte, le prime delusioni, insomma sulla mia adolescenza, adesso invece mi sono messa davvero d’impegno e ho deciso di provare a raccontare il mondo e, più in particolare, l’Italia e l’Europa.

All’inizio Cup of Green Tea ero solo io, poi si sono aggiunte altre persone, alcune ancora al mio fianco altre che hanno dovuto abbandonare la barca. Ma all’inizio c’ero io, io con quell’articolo al giorno, poi due, poi tre, poi quattro, a volte anche cinque, scritti tutti con la passione di chi non solo vuole ma che deve farcela, anche per dimostrare a tutte quelle persone che l’hanno sottovalutata e giudicata, che si sbagliano di grosso.

Cup of Green Tea: un anno di passione

cup-of-green-tea
Uno dei primi header

Quando il mio ragazzo mi ha proposto di creare un blog, mi è subito venuto in mente Cup of Tea. Perché? Perché io ho sempre bevuto e amato il thè caldo, mi tranquillizzava e mi faceva rilassare, ed era quello che il blog rappresentava e rappresenta per me: perché quando parlo di Cup of Green Tea per me non è solo un blog o un lavoro o un hobby, per me è proprio una valvola di sfogo. Clicco su nuovo articolo e per me inizia un nuovo mondo in cui sono io a dettar le regole.

Ma non solo. Cup of Tea è qualcosa in cui qualcuno eccelle. Io sono una persona modesta, spesso mi sottovaluto anche, tuttavia quando scrivo sento di dare sempre il massimo delle mie forze e delle mie energie e, per questo, sento di eccellere. E come non citare anche il spill the tea, il gossip bollente? Se ci seguite da tanto sapete che non abbiamo mai fatto quel gossip cattivo e imbarazzante, non abbiamo mai fatto un articolo perché una vip ha messo una foto in costume con un bel titolo click bait, tuttavia seguiamo le notizie dei vip e del mondo.

Abbiamo poi dovuto aggiungere, per problemi tecnici, of green, perché green è, oltre al thè verde, anche l’ambiente che dobbiamo proteggere a tutti i costi. L’abbiamo visto cosa sta succedendo in questo momento nella nostra Sardegna, per cui come possiamo non pensare al verde della natura che noi esseri umani, piano piano, stiamo distruggendo? In più verde è anche la speranza, e quello che spesso il nostro blog vuole trasmettere è speranza. La speranza in un mondo migliore.

cup-of-green-tea
Fonte: pexels

Quando ho creato Cup of Green Tea ci scrivevo quasi per scherzo, era come se sapessi che prima o poi avrei mollato. Era forse una sfida contro me stessa, ma poi è diventato più di questo. Poi è diventato una sfida contro chiunque non ha creduto in me, contro chi mi ha umiliata, contro chi mi ha sottovalutata, contro chi mi ha presa in giro per i miei sogni, contro chi ha fatto tutto questo insieme.

Perché non c’è niente che mi spinga ad andare più avanti di una sfida. E io devo dimostrare a loro più che a me stessa quanto valgo e che si sono sbagliati. E non perché mi importi di loro più di me, ma perché io sento di sapere già quanto valgo.

Cup of Green Tea è nato come uno scherzo ma adesso è davvero il mio modo per sfogarmi e distrarmi dai problemi del mondo, scrivendo del mondo. Se avete un sogno, lottate per realizzarlo. E se il vostro sogno è uguale al nostro, unitevi a noi. Aggiungeremo un posto a tavola e saremo felici di condividere con voi la nostra tazza di thè verde.

Ciao a tutti lettori! Questa è la pagina ufficiale di Cup of Tea (https://cupoftea.altervista.org/), blog in cui uno…

Pubblicato da Cup of Green Tea su Giovedì 5 novembre 2020

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Olimpiadi 2020: i successi di oggi, 25 luglio
Next post 50 viaggi da fare almeno una volta nella vita