Achille Lauro firma un contratto con Amazon: ecco cosa farà

Condividi

Achille Lauro, personaggio molto in vista e molto discusso negli ultimi tempi, ha firmato un contratto con Amazon. Da subito i fan si sono chiesti cosa prevede e cosa comporta ciò, su un punto di vista commerciale e di mercato.

Achille-Lauro-amazon
Instagram: @achilleidol

La storia di Achille Lauro

SicuramenteAchille Lauro è una delle figure più discusse degli ultimi tempi, dalla sua prima apparizione a Sanremo, messa sotto accusa per il presunto incitamento alle droghe pesanti, fino ad ora, poiché viene visto sempre di più come un personaggio eclettico ed eccentrico. Altro motivo di discussione e polemica è il suo passato, sia privato che musicale; queste due sfere, infatti, sono estremamente connesse, siccome sin dalle prime uscite ha sempre messo una parte di se e del suo vissuto all’interno della sua musica. Gli ambienti che viveva erano pesanti, ha sempre avuto a che fare con criminalità e degrado, toccando con mano situazioni spiacevoli.

Eppure, anche questo è diventato motivo di discussione: lui infatti è figlio del magistrato della Corte di Cassazione Nicola De Marinis. Il padre ha dichiarato che il figlio non ha mai accettato l’ambiente famigliare in cui viveva e di conseguenza si è avvicinato a determinate condizioni di vita.

La firma del contratto con Amazon sorprende per svariati motivi, ma principalmente ci si chiede se possa cambiare ancora. La domanda è del tutto lecita, il cantautore infatti nasce in realtà come rapper.

Il contratto con Amazon Prime

L’annuncio della firma è arrivato direttamente su Instagram, esordisce dicendo: “Ho firmato uno dei più importanti overall deal d’Europa con Amazon Prime. Sono lusingato di essere diventato ambassador di una delle piu grandi realtà di entertainment del mondo.

Dopo la canzone Mille con Fedez e Orietta Berti, e le accuse ricevute dal Codacons, arriva questa notizia.

Cosa prevede il contratto

Achille-Lauro-amazon

Non è la prima volta che il cantante collabora con Amazon, egli infatti ha già collaborato partecipando a Celebrity Hunted 2 con Boss Doms (il suo producer). In questo caso però si tratta di ben altro.

Si tratta di un accordo di due anni e come da lui detto prevede “produzione di contenuti d’intrattenimento, filmografia, serie, documentari e format streaming.” È possibile vedere i frutti del contratto già nel film Anni da Cane, in cui ha partecipato con inediti e con la realizzazione della colonna sonora.

Sono state smentite inoltre le indescrezioni secondo cui il management del cantante avrebbe avuto dissidi con la produzione di Celebrity Hunted 2.

L’impegno per le PMI

Achille-Lauro-amazon
Fonte: twitter

Inoltre, il cantautore è stato selezionato per uno shooting a cura della fotografa Nima Benati in occasione del Prime Day Amazon.it: questo progetto è stato ideato a sostegno delle piccole e medie imprese italiane, particolarmente vessate dall’emergenza pandemica. Achille Lauro appare particolarmente idoneo per il suo estro inconfondibile, volto a risaltare l’ottimismo e la fiducia che l’Azienda vuole trasmettere nell’investimento (100 milioni di dollari) sulle PMI.

Il fatto che una star ormai così tanto affermata nel panorama musicale abbia firmato per una compagnia come Amazon fa riflettere molto.

Ma cosa c’è dietro il cosiddetto “Overall Deal” tra Jeff Bezos e l’artista romano? Aldilà delle differenti prospettive in cui inquadrare il suo stile musicale, è chiaro che nel bene o nel male la sua personalità esuberante, la forte presenza scenica e l’attitudine provocatoria fanno di lui una pedina non irrilevante per il colosso americano che ha ormai conquistato il mondo dell’entertainment. Per di più, Achille Lauro saprà sfruttare questa opportunità per monetizzare la sua concezione artistica nelle varie forme e i fan si mostrano intrepidi per le sorprese in arrivo.

Autore

  • Antonio Delli Gatti, 18, amo fare foto e video, scrivere, leggere e guardare serie tv; ig: antoniodelligatti_

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Loki: recensione terzo episodio
Next post Sex Education: data di uscita, prime immagini e tutto quel che sappiamo