Bambina abruzzese di 13 mesi muore a Sharm el-Sheikh: era fra le braccia del padre

Condividi

Tragedia a Sharm el-Sheikh, in Egitto, per una famiglia italiana. La piccola Giulia aveva 13 mesi, originaria di Pianella (Pescara), si trovava fra le braccia del padre, sul terrazzo dell’Hotel in cui risiedeva con la sua famiglia per una vacanza. Tuttavia, mentre era fra le braccia del padre, è precipitata, in una dinamica che è ancora oscura.

sharm-el-sheikh-bambina-morta
Resort a Sharm el-Sheikh

Le autorità italiane sono in contatto con quelle egiziane per comprendere ciò che è successo e per dare assistenza alla famiglia abruzzese, ma secondo alcune indiscrezioni la bimba era fra le braccia del padre, Silvio Maiano (gestore di un’impresa di pulizie del paese in cui vive con la moglie Veronica). Il sindaco ha confermato la tragedia, dicendo però di non sapere altri dettagli sull’accaduto. I parenti della famiglia parlano di incidente, e alcuni sono partiti per Sharm el-Sheikh.

La notizia è stata condivisa dal quotidiano Il Centro, che scrive che la famiglia si trovava «sul balcone, in un resort. Sarebbe bastato qualche movimento imprevisto, un po’ di agitazione, per far perdere il controllo del corpicino al papà. Poi il volo».

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.