Sanremo 2022: i migliori momenti di tutte e cinque le serate

Condividi

Seconda serata

Lorenza Cesarini

Splendida, intelligente, emozionata: Lorenza Cesarini ha commosso tutte le persone che sono state vittime di razzismo, ma non solo. È entrata nel cuore di chiunque ne abbia uno, leggere i commenti che abbiamo letto tutti (e non solo su di lei, sia chiaro, ogni donna nera che riesce a ottenere una posizione di rilievo viene sottoposta a questo linciaggio sui social) è stato uno schiaffo in faccia a tutti gli italiani e chiunque abbia anche solo pensato quelle parole dovrebbe provare vergogna nei propri confronti. Qualcuno lo ha definito troppo per Sanremo: può essere, è un argomento tanto delicato e sappiamo già che qualcuno se ne lamenterà, ma è stato necessario.

sanremo-2022-seconda-serata-momenti-migliori

Checco Zalone

Sì, ho deciso di inserire Checco Zalone, ma fatemi spiegare. Non ho intenzione di dire che Checco ha un’ironia sottile e che non tutti la comprendono, ma non permettetevi a paragonarlo a Pio e Amedeo. Da una parte c’è un artista che prende in giro l’italiano medio, e lo fa anche per bene, dall’altra c’è chi prende in giro le minoranze che se la prendono per gli insulti dell’italiano medio. Questa è la differenza. Checco nel suo discorso ha detto che gli omofobi sono ignoranti e ipocriti, tuttavia ha fatto un errore che non è passato inosservato.

Ha portato in scena il tipico stereotipo della persona trans (mtf) mascolina, prostituta e straniera (tra l’altro anche con i pronomi sbagliati), sebbene io l’abbia visto più come il modo in cui gli omofobi vedono le persone trans, peccato che comunque sia risultato offensivo per le persone transgender e io (come tutte le persone cisgender) non sono nessuno per dire cosa è o non è offensivo per loro. È uno stereotipo cattivo che, come ogni stereotipo, si è formato a causa dell’ignoranza e della mancanza di cultura tipica dell’italiano medio, quello che Zalone prende in giro da vent’anni. Per il resto è stato geniale ed è stato un piacere ascoltare di nuovo la sua Angela.

Michele Bravi vs Sangiovanni

A Michele Bravi e Sangiovanni non importa del festival della musica. A Michele Bravi e Sangiovanni interessa chi dei due fa più punti per il Fantasanremo. Da un certo punto di vista è divertente, ma diciamo che è un po’ diventato pesante sentire ogni artista urlare “papalina” come ai tempi della Gialappa’s Band. In ogni caso, vedremo come domani Bravi si muoverà per battere il giovanissimo Sangiovanni.

Francesca Michielin

Francesca Michielin angelica che torna a Sanremo come Maestra d’orchestra per Emma Marrone e, ancora una volta, dona i suoi fiori a un uomo. Anche Hu, comunque, alla fine della sua esibizione, ha chiesto ad Amadeus un mazzo di fiori per Highsnob. Siamo nel 2022, basta dare i fiori solo alle donne e cominciamo anche a rendere gli uomini più floreali!

sanremo-2022-seconda-serata-momenti-migliori

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.