“Classic Nudes”: Pornhub celebra i nudi della storia dell’arte

Condividi

Se siete fra quelle persone che ritengono i musei noiosi ma che sono amanti del corpo femminile, sarete felici di sapere che Pornhub, uno dei più celebri siti pornografici, ha ideato un’iniziativa proprio per voi: “Classic Nudes”, un tour virtuale per scoprire alcuni dei quadri più famosi e sexy nella storia dell’arte. Tra l’altro, fra le tante protagoniste, c’è anche Ilona Staller, in Italia conosciuta meglio con il nome di Cicciolina, che ha anche girato uno spot per promuovere quest’iniziativa interpretando la Venere di Botticelli.

pornhub-classic-nudes
Una delle opere d’arte di Pornhub

Pornhub ha tanti difetti. Per tantissimi motivi dovrebbe essere cancellato, dagli stupri pubblicati e ripubblicati innumerevoli volte, al revenge porn persino con ragazze minorenni (ne abbiamo parlato in modo più approfondito qui), tuttavia non si può dire che in più occasioni non si sia mosso con diverse campagne su temi delicati, come “F*ck your period”, per sdoganare l’avere dei rapporti durante il ciclo mestruale, o ancora “The dirties porn ever”, che va contro l’inquinamento sulle spiagge e che infatti è girato proprio nelle spiagge più inquinate al mondo.

Questa volta, invece, ha voluto sfruttare l’arte e i musei, soprattutto dopo un periodo pandemico in cui sono dovuti rimanere chiusi molto a lungo. Insomma, c’è chi sfrutta Chiara Ferragni, e chi Pornhub. L’iniziativa è stata creata in collaborazione con l’agenzia Officer & Gentleman e Modular e mira a «stimolare il pubblico a visitare, esplorare e innamorarsi (o cadere nella lussuria) di queste istituzioni culturali». Sono più di 30 le opere protagoniste e, ovviamente, sono NSFW, quindi non guardatele se siete in pubblico.

Tra le tante opere troviamo “Adamo ed Eva” di Jan Gossaert, “Nudo Maschile” di Edgar Degar, “L’origine del mondo” di Gustave Courbet, “La Maya Desnuda” di Francisco de Goya, “La Venere di Urbino” di Tiziano e “L’odalisca bruna” di François Boucher e tanto altre ancora. Pensate che il sito ha creato una vera e propria sezione, con mappe e audio guide interattive in cui Asa Akira, Brand Ambassador di Pornhub, spiega le opere d’arte a tutti i suoi ascoltatori.

“Classic Porn”, la nuova sezione di Pornhub

pornhub-classic-nudes
Una delle opere d’arte di Pornhub

«Alcuni pensano che i musei siano noiosi. Ma se vi dicessimo che hanno ospitato una collezione di porno di inestimabile valore? Benvenuti a Classic Nudes, la guida interattiva di Pornhub ad alcune delle scene più sexy della storia nei musei più famosi del mondo. Unisciti a noi mentre visitiamo istituzioni molto venerate guidandoti oltre tutti i quadri puri e portandoti direttamente alla roba buona: rappresentazioni del corpo nudo in tutta la sua gloria artistica. Commento audio di Asa Akira e scene fumanti con Mysweetapple», leggiamo come presentazione di questa nuova sezione.

I musei protagonisti sono gli Uffizi di Firenze, il Museo del Prado di Madrid, la National Gallery di Londra, il Louvre e il Musee D’Orsay di Parigi e il Met di New York, ma oltre ai musei con le loro varie sezioni c’è anche la categoria specifica “altre prospettive“: «Nessun museo può ospitare tutta la diversità che si trova nel mondo dell’arte. Quindi, per darti una prospettiva più ampia, abbiamo messo insieme una selezione di capolavori di nudo provenienti da tutto il mondo che rappresentano una maggiore varietà di culture, soggetti e punti di vista non ampiamente rappresentati nell’arte occidentale».

Riguardo la sezione Musei, invece, leggiamo: «Dalle orge all’esterno, e anche un po’ di gioco capezzoli, preparatevi ad assaporare in ogni colpo di questi sorprendenti capolavori con il commento audio di Asa Akira e una sorpresa speciale di Mysweetapple alla fine di ogni tour. Seleziona un museo qui sotto per iniziare a scoprire la loro collezione di dipinti e sculture da Pornhub», infatti, devo dirvelo, i contenuti sessuali sono espliciti e quindi non adatti a un pubblico di minori o di bambini. È pur sempre Pornhub, quindi fate attenzione a chi avete vicino.

pornhub-classic-nudes
Una delle opere d’arte di Pornhub

Vogliamo anche ricordarvi che non è la prima volta che Pornhub ha a che fare con l’arte, infatti nel 2020 fu consegnato un premio alla carriera a Ilona Staller, conosciuta come Cicciolina ed ex moglie di Jeff Koons, per testimoniare l’unione fra arte e pornografia. Nello stesso anno sul sito fu pubblicato anche Shakedown, un docufilm sulla scena lesbo e queer nella città degli angeli, girato da Leilah Weinraub, che è anche stato il primo contenuto non porno su Pornhub.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Formula 1: Sprint Race di Silverstone
Next post La verità su genitore 1 e genitore 2: ennesimo fail della destra