Moon Knight: recensione 4° episodio

Condividi

Era il 1975 e sulle pagine del fumetto Werewolf by Night fa il suo esordio Moon Knight. Un personaggio complesso e poliedrico, risponde al nome di Marc Spector, un ex marine prima mercenario e poi spietata personificazione di Khonshu, dio egizio della luna e della vendetta. Ma torniamo al 2022, la casa delle idee ha deciso di dare al “lunatico” personaggio un propria serie, che trovate dal 30 marzo, un episodio ogni mercoledì, su Disney+.

Creata da Jeremy Slater, Moon Knight ha come protagonista Oscar Isaac nei panni di Steven Grant, un uomo apparentemente normale, impiegato nello shop della National Gallery di Londra e profondo conoscitore dell’antico Egitto che soffre di continui vuoti di memoria e strani ricordi provenienti da una vita diversa dalla sua.

moon-knight-recensione-quarto-episodio
Fonte: Twitter

Moon Knight: sinossi

Dopo il sorprendente finale del terzo episodio, Steven (Oscar Isaac) e Layla (May Calamawy) si mettono alla ricerca del luogo di sepoltura della dea Ammit. Arrivati nel luogo prestabilito, i due scopriranno non solo il primo avatar della Dea, ma Layla avrà anche delle risposte che cercava da tempo su suo padre e la sua morte prematura. Il tutto dando allo spettatore delle vibs alla Tomb Raider e alla Indiana Jones.

Moon knight: Un’aria di novità

Come abbiamo già avuto modo di vedere negli scorsi episodi la serie ideata da Jeremy Slater è slegata dall’universo principale e ciò dona a Moon Knight la possibilità di poter raccontare la sua storia senza difficoltà ne “costrizioni” narrative o visive. Sin dal suo annuncio, è stato promesso al pubblico un racconto inedito e differente rispetto al resto del MCU e in questo quarto episodio tutto quello che è stato promesso, non solo viene mostrato, ma viene elevato al massimo.

https://marvel.fandom.com/wiki/Khonshu_(Earth-616)
Fonte: Twitter

Moon Knight: Steven Jones o Marc Croft?

Le atmosfere che richiamano quelle del famoso esploratore con la frusta sono ricche di momenti spettacolari e di alta tensione, conditi con un pizzico di horror. Infatti questo episodio presenta una parte cupa ma non macabra che riesce ad unire le esigenze della Disney di avere un prodotto destinabile anche a bambini a le esigenze narrative della serie stessa.

Ritornano anche prepotentemente la violenza e il sangue che vengono mostrate in modo più diretto rispetto agli episodi precedenti e questi due elementi, inediti nel MCU, vengono messi maggiormente in risalto rispetto al passato. Ma a farla da padrone è il cambio di atmosfera del finale d’episodio che manderà fuori di testa lo spettatore e farà partire innumerevoli teorie.

Moon Knight: La mente umana gioca brutti scherzi

Senza fare spoiler, le battute finali di questo quarto episodio di Moon Knight stravolgono completamente quanto visto fino ad ora, lasciando lo spettatore nello sgomento e nel W.T.F.!? più totale, riuscendo a farci tenere il fiato sospeso e facendo crescere l’hype per i prossimi episodi, che saranno, rispettivamente, l’ultimo ed il penultimo.

Ed è proprio questo, insieme alla regia ed all’interpretazione del cast, che rendono, secondo noi, Moon Knight possibilmente la migliore serie Marvel uscita su Disney+. Il suo saper bilanciare toni differenti, un po’ come Steven e Marc provano a bilanciarsi a vicenda, e il suo offrire allo spettatore un prodotto che è completamente differente rispetto ai precedenti prodotti, rendono di fatto la serie con protagonista Oscar Isaac un prodotto intrigante che fa venire voglia di essere seguito fino alla fine. La fiducia è ben riposta negli ultimi due episodi e l’hype è al massimo, sperando di non perdersi sul finale e rovinare quindi tutto ciò.

moon-knight-recensione-quarto-episodio
Fonte: Twitter

Moon Knight: Considerazioni finali

Il quarto episodio di Moon Knight prende quindi tutti gli elementi degli scorsi e riesce a raffinarli e renderli ancora più godibili, vedasi la CGI che anche se poco presente in questo episodio, si rivela meglio rispetto al passato. Vi consigliamo di guardare assolutamente questo episodio, non solo per le sue rivelazioni, ma soprattutto per scoprire la vera natura della serie ideata da Jeremy Slater.

Inoltre per i patiti delle citazioni e degli Easter Eggs abbiamo una sfida, riuscite a trovare tutti riferimenti ed i personaggi che appaiono nel cliffhanger di fine episodio?

Excelsior.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.