Tag: rider

Boss in incognito: Will Shu, CEO di Deliveroo, testa il servizio
Vip news

Boss in incognito: Will Shu, CEO di Deliveroo, testa il servizio

Will Shu è la mente che c'è dietro uno dei servizi di consegne delivery più utilizzati al mondo e anche in Italia, Deliveroo, e anche il boss in incognito che una volta a settimana prende la bici, indossa la divisa e si mette a fare le consegne a Londra, consegnando cibo a domicilio in moto sia di capire come i suoi rider si trovano, che per testare l'applicazione dedicati ai lavoratori, in modo da trovare eventuali bug, cercare di migliorarla e anche di testare il lavoro dei ristoranti. Il CEO di DeliverooFonte: Twitter Tempo fa noi abbiamo intervistato un rider proprio di Deliveroo, che ci ha parlato tanto bene di questo servizio e di come stava gestendo il lavoro durante la pandemia, inviando mascherine e amuchina ai propri dipendenti, oltre che dando delle linee guida da seguire...
Festeggiamenti dopo ESPITA: Rider preso a schiaffi e calci dai tifosi
Opinioni attuali

Festeggiamenti dopo ESPITA: Rider preso a schiaffi e calci dai tifosi

Proprio ieri abbiamo parlato del lato feccia della tifoseria italiana del calcio, che ha deciso di scagliarsi contro Alice Campello in quanto moglie del giocatore spagnolo che ha segnato il goal, tuttavia non finisce qui: durante i festeggiamenti post-partita (che già avevano causato diverse polemiche a causa degli assembramenti e del caos) un rider, che quindi stava lavorando a differenza di tutti quegli altri ragazzini maleducati, è stato preso a calci e schiaffi sul casco, fino a farlo cadere. È successo a Cagliari e a vederlo ci fa ribollire il sangue nelle vene ma allo stesso tempo ci fa salire una tristezza indescrivibile, perché purtroppo quel video rappresenta al meglio la società di oggi, o meglio, una parte della società. Se da una parte abbiamo i ragazzi gentili ed educati c...
Verona, rider sfregiato da un 16enne per difendere una ragazza
News dal mondo

Verona, rider sfregiato da un 16enne per difendere una ragazza

Michele Dal Forno è lo studente-rider di 21 anni di cui oggi tutti stanno parlando, lodando il suo coraggio. Cos'ha fatto Michele? Michele non si è voltato dall'altra parte quando temeva che una ragazza avesse bisogno d'aiuto, e il suo chiedere se fosse tutto a posto, gli è costato 60 punti di sutura e una grande cicatrice sul volto. Ma lui ritiene che lo rifarebbe ancora una volta, poiché «è giusto intervenire». Il suo aggressore è un 16enne con già due denunce a carico, e che al momento è in carcere minorile, e continuerà a restarci. Fonte: instagram Era una serata tranquilla per Michele, studente di Verona che fa il rider per guadagnare dei soldi e mantenere i propri studi, quando ha visto una ragazza che conosce in compagnia di due ragazzini. Gli sembrava che la ragazza non fos...
Just Eat dona 1 piatto a domicilio in beneficenza per ogni ordine
News dal mondo

Just Eat dona 1 piatto a domicilio in beneficenza per ogni ordine

Fino a oggi, 19 dicembre, Just Eat partecipa al progetto chiamato «Un piatto sospeso per Natale» che prevede la donazione di un piatto a domicilio per ogni ordine ricevuto da più di quaranta ristoranti divisi tra Milano, Torino, Roma e Napoli. Questi piatti poi saranno donati a famiglie, comunità o case accoglienza di Caritas Ambrosiana, Caritas Diocesana Torino, Caritas di Roma e Caritas di Napoli. Stiamo passando un periodo molto difficile, in particolare a livello economico e sociale, oltre che affettivo. In molti stanno rinunciando allo stare con le persone che amano, che siano parenti o congiunti fuori regione, ma dobbiamo anche pensare a quelle persone che, purtroppo, non hanno niente e nessuno. Per questo motivo pensare che qualcuno si prenda cura di loro, che gli dia un piatto cal...
La vita di un rider: come è cambiata con la pandemia
Due chiacchiere con...

La vita di un rider: come è cambiata con la pandemia

Come ci piace stare nelle nostre calde e protette mura di casa, vero? A guardare Harry Potter, la nuova serie delle Winx o qualsiasi altra serie tv o film su Netflix, con un bel plaid sulle gambe e magari una tazza di thè fra le mani. Oppure, oppure con qualcosa del McDonald's che ci è stato gentilmente portato da un rider che, nonostante pandemia o maltempo, continua comunque a lavorare. Oggi, parliamo con uno di loro. Ha preferito restare anonimo, ma lavora per Deliveroo, una delle compagnie insieme a Glovo, JustEat o UberEats che consegna il cibo a domicilio quando voi non potete, ad esempio durante il coprifuoco. Perché, sì, lavorando, i rider possono muoversi anche oltre al coprifuoco, portandovi il cibo quando voi proprio non potete, che sia per il Covid-19 o semplicemente perché ...